blog

Tutti i nostri coprimuro sono realizzati con mescole di calcestruzzo composte sa materie di assoluta qualità:

INERTI – sabbie e pietrischetti selezionate, proveniente da cave calcaree, controllate secondo le norme europee vigenti (granulometrie varie UNI EN);

CEMENTO – Italcementi bianco e grigio, dall’elevata resistenza meccanica, puro, stabile;

COLORANTI – ossidi minerali colorati prodotti secondo le direttive ISO 9002, ISO 14001;

ADDITIVI – idrofuganti, fluidificanti e plasticizzanti conformi alle norme UNI EN 934-2, UNI EN 480 (1-2) ed alla norma francese NF EN 934-2.

 

CAMPI DI IMPIEGO – nuove costruzioni, ristrutturazioni, interventi compatibili con bioedilizia.

 

Tutte le tipologie dei nostri coprimuro hanno larghezza variabile in funzione dello spessore del muro.

Esse sono realizzate con mescola di calcestruzzo composta da inerti di cave calcaree (granulometria 0/1 UNI EN 13139 e 0/2 UNI EN 12620), cemento Italcementi, pigmenti coloranti (Rockwood Pigments), acqua e idrofugo di massa per calcestruzzi.

L’idrofugo utilizzato è il Chrysofuge BLC. E’ un additivo idrofugo che aggiunto alla mescola permette di realizzare calcestruzzi impermeabili sia alla risalita capillare dell’acqua sia ad una moderata pressione idrostatica. Esso esplica la sua funzione formando’ all’interno dei pori capillari della pasta cementizia, uno strato di molecole idrofobe che respingono l’acqua. Chrysofuge BLC è conforme alla norma UNI EN 934-2. Nei nostri coprimuro, utilizziamo l’idrofugo nel dosaggio consigliato dalla stessa Cryso (spettro di dosaggio 0,8 – 2 kg per 100 kg di cemento).

PROVA DI GELIVITÀ

In riferimento alla prova di gelività di tali manufatti, non esiste una norma armonizzata applicabile EN UNI, pertanto abbiamo provveduto ad effettuare in laboratorio la prova di assorbimento dei vari prodotti.

 

Risultati delle prove di permeabilità:

GOLD, ROMA, FAST – grado di assorbimento (permeabilità) % : 2 ± 0,5 – non gelivo

ICARO – grado di assorbimento (permeabilità) % : 4 ± 0,5 – nessuna prestazione determinata

 

NOTE PER L’APPLICAZIONE DEL COPRIMURO

Per la posa in opera del coprimuro è consigliato l’utilizzo di collanti per uso esterno. Al fine di evitare la formazione di muffe e risalite di effluorescenze si consiglia, dopo un’accurata pulizia e una buona asciugatura, di applicare un trattamento protettivo dell’intera superficie con prodotto idrorepellente/traspirante di qualità specifico per esterno. Il protettivo deve essere steso uniformemente secondo le istruzioni del produttore.